Archivio per la categoria ‘Diario di un viaggio culturale’

Io e io

Pubblicato: 11 settembre 2016 in Diario di un viaggio culturale

Certe volte mi sento cosí e non mi trovo…complice il buio forse…

Certe altre volte mi imbatto in frasi del genere pensando alla mia vita e mi ci rispecchio come in una pozza d’acqua…

Certe altre penso a quel “nonostante tutto” della vita e non ho voglia di pentirmi e forse solo la neuro potrebbe fare al caso mio…

Certe altre ancora vorrei sentirmi libera cosí.. ma forse anche lí solo la neuro potrebbe aiutarmi…

Invidia per tanta libertá…

Alle volte non vorrei tracciare confini nella mia vita… 

Poi torna un po’ di pace…la pace che ti impone lo sguardo quando lo posi su certe meraviglie.. complice in sole che ti scalda la pelle e il soffio del vento che dona equilibrio..

…e mi ritrovo su un prato con lo sguardo che si insinua tra i rami e le foglie di un vecchio albero a cercare i contorni del cielo…

Finisce sempre così… Tento di guardare nei miei occhi per trovare la me stessa di cui ho bisogno! Infondo ognuno ha bisogno di se stesso prima che degli altri…

“Va sempre cosí nella mia vita, alla fine mi ritrovo sempre su una spiaggia a lottare contro i miei demoni, forse perché il mare (oggi il lago) é un elemento fondamentale della mia esistenza.” Devo averla giá scritto altrove questa cosa..

Jojò la scibacchina 

Annunci

 

Quello che noi siamo!!!

Quello che noi siamo!!!

 

 

Non hanno forse visto i secchioni?

Non hanno forse visto i secchioni?

Bisogno fisiologico impellente!

Bisogno fisiologico impellente!

 

Quello che resta delle foto usate durante la serata didicata alla donna

Quello che resta delle foto usate durante la serata didicata alla donna

bivacco

resti vari

resti vari

sporco2

Qui tocchiamo il fondo..

Qui tocchiamo il fondo..

Percchè ci sbarrate il passaggio??!!!

Percchè ci sbarrate il passaggio??!!!

Buongiorno!

Oggi sono esattamente 15 giorni che la Book on the beach vive.

Una libreria da spiaggia nata grazie ad un’idea di legambiente Cilento e mandata avanti a Falerna da sole forze volontarie.

Persone che hanno messo a disposizione il proprio tempo libero, le proprie forze per portare avanti un progetto in cui credono senza alcuna retribuzione.

Ci rivolgiamo a chi ha criticato i libri e questo luogo, ho sentito dire cose del tipo ” chisse mo chi ce vuanu fare cu si libri?! chine tena voglia e leire…” e via discorrendo.

Guardate micropopolo di tali dicerie, “chisse”, come le chiamate voi, hanno avuto un’intuizione che ha permesso di avere un tetto come quello del bookcrossing che potesse permettere di abbracciare la cultura in ogni forma possibile.

Ora il punto è: la cultura spaventa? la cultura infastidisce?

Questo spazio culturale ha tolto spazio a chi o a cosa?

Abbiamo pensato molto prima di arrivare a scrivere questo post, abbiamo avuto non poche titubanze nel decidere se rendere pubblici ora a fine mese certi nostri disagi.

Ma crediamo che la denuncia debba essere condivisa con tutti coloro che hanno creduto in noi, che continuano a farlo o che sono solo passati da qui per farci un saluto, mostrando apprezzamento per l’iniziativa. Denuncia che vorremmo venisse condivisa anche da chi ci ha dedicato articoli o interviste radio. E’ necessario promuovere il bello che questa terra ha. E’ necessario denunciare gli atti di vandalismo perpetrati ai danni della libreria.

Sono quindici giorni che ogni mattina, con estrema puntualità, arriviamo davanti a questo chioschetto e ci ritroviamo a dover riparare danni che certi soggetti di notte creano. Sapevamo che non sarebbe stato semplice, ma speravamo che in qualche modo potesse invece esserlo.

La pipì è un bisogno fisiologico al quale nessuno può rinunciare e puntualmente viene espletato sulla nostra porta d’ingresso. La nausea è una brutta bestia e la bestia resta nella nostra chiostrina.

Questo di certo ci intristisce ma non ci toglie la voglia di continuare e magari riprovarci anche negli anni che verranno.

E di certo con tale post non è male della Calabria che vogliamo parlare, sarebbe semplice e riduttivo.

Vorremmo che quei soggetti abituati al porcile ricordassero che le loro bottiglie, le loro cicche, le loro cartacce sporcano lo stesso mondo in cui loro, poveri ignoranti, vivono.

Noi siamo 10 minuti avanti e insieme a noi tutti coloro che ci vogliono bene e ci sostengono!!!!

Buona giornata a tutti da una Jojò e tutta la Bacianca

 

 

image

– 4 all’apertura della libreria più innovativa e stravagante che si sia!!!
– 6 all’apertura ufficiale con tanto di inaugurazione!!!!!
Oggi dal giornalino ufficiale del bookcrossing di Falerna, in anteprima assoluta, vi voglio far conoscere alcuni degli amici della “Book on the beach”!!!
E con grande ri-conferma jojó vi lascia con quella che ormai é diventata la sua massima di vita: “There’s no place like home”!!!
Buon sole a tutti!!!
Josomersim ♡♡

Gli amici della Book on the beach

E’ deciso, da stasera questo blog sarà ufficialmente il giornalino del bookcrossing di Falerna.

Ci siamo quasi, e allora scusate se sarò alquanto romantica, ma non bisogna mai smettere di ringraziare tutti coloro che ci stanno dentro a questo progetto, e ci sono dentro con tutte le scarpe!!

Grazie assai a tutti voi, popolo del web, ogni mi piace che mettete, per noi è motivo di gioia perchè ci dimostrate che in fondo ci seguite, che in qualche modo arriviamo a toccare la vostra curiosità!! 

Potessi vi ringrazierei uno per uno per nome e cognome perchè così si fa! 😉

Ancora grazie al presidente della Bacianca Alessia Maugliani che ci ha fatto dono di questo favoloso progetto al quale lavora da diversi mesi, curandone dettagli e rapporti.

Grazie alle Bacianchine Arianna Mancini, Lucia Dante, Feliciana Bruno che come membri della Bacianca stanno mostrando grande impegno ed entusiasmo!!

Grazie all’associazione Primavera Endas per l’appoggio e la condivisione del lavoro, sarà un vero piacere collaborare con voi.

Grazie a Piera Carullo per aver curato tutta la parte “scartoffie”, passatemi il termine. 🙂

Grazie a Giusy Mercurio che continua ancora oggi a curare i rapporti con gli sponsor che cosa semplice non è!!

Grazie a Rosario Macchione che io definirei un ottimo copilota!! 😉

Grazie a me medesima Josomersim che avrò il compito di allietarvi per tutto il mese con i miei post e miei articoli che pubblicherò qua e là. Ma guardate, io innanzitutto, continuando la fiera del ringraziamento, approfitto per dire grazie al mio presidente che mi ha dato questo ruolo insieme ad un’immensa fiducia, visto che nemmeno mi rilegge 😉 A noi Bacianchine ci piace l’orizzontalità e che vuol dire orizzontalità?? Vuol dire che tutti fanno tutto e non c’è capo o merito che possa dividere o creare gerarchia. Allora perchè fare nomi? Io sono del parere che certe volte grazie si dice a nome e cognome, non tanto per sbrodolarsi nei meriti, ma per dare a Cesare quello che è di Cesare.

Comenio diceva “omnia omnibus omnino” oggi chi si occupa di didattica parlerebbe di “lifelong learnig”, per dirvi che il sapere è di tutti e la conoscenza è lunga una vita.. 😉

Stasera sono di ringraziamenti popolari, ma più avanti prometto spiegazioni esaustive sul progetto del bookcrossing e ovviamente a breve vedrete in giro per il paese le locandine degli eventi. Anche su facebook vi tartasseremo!! 😉

Arcobaleni per tutti!!

jojò 😉

Riapre così Josomersim la lotta con le parole all’interno di questo nuovo blog! Qualcuno forse se la ricorda quando scomponeva pensieri qua e là nel blog di “Tanina in the wok”. Ritorna oggi con una carica in più, felice e fiera di raccontare a tutti del suo progetto.Ce l’ho fatta, ma non da sola, ad avviare uno splendido progetto di bookcrossing nel mio paese natio:Falerna. Progetto inserito nel circuito delle librerie da spiaggia promosso da Legambiente onlus. Diversi saranno gli eventi che ci ruoteranno intorno e la parte più complicata si appresta ad arrivare: coinvolgere ed entusiasmare la persone con eventi culturali di ogni tipo. Dall’ arte letteraria a quella culinaria passando per le arti circensi e avvicinandosi alla pittura. Un lavoro duro e svolto con passione che accomuna tante persone con semplicità, umiltà e tenacia. Grazie all’associazione di promozione sociale la Bacianca e a tutte le bacianchine che ne fanno parte. Vi aggiorneremo sul nostro viaggio culturale e vi invitiamo tutti a venirci a trovare. stiamo sul lungo mare di Falerna, in un piccolo chiosco di legno con lo sguardo al mare e per comignolo l’unica bandiera che ci rappresenta: LA PACE!! 🙂

Buona estate a tutti (se il sole mai arriverà)!!

Josomersim immersa nel suo sole 😉