Il messaggio nella bottiglia

Pubblicato: 26 settembre 2015 in Senza categoria
Tag:

image

Ho sempre temuto ció che non sono stata in grado di comprendere fino in fondo: persone, situazioni…
Ho sempre temuto ciò che mi é stato proibito comprendere: persone, situazioni che diventano complicazioni…
E poi ci sta quel pensiero profondo che resta intrappolato lí e proprio non ce la fa a venire fuori.
Allora provo a raccontarlo in un altro modo.
Lo faccio perché spero che provando a esorcizzarlo possa divenire una piccola nube di polvere che magari riuscirá a dissolversi anche solo con un leggero soffio.
Ho bisogno di sezionare momenti e attimi fatti di cose vere e non di corse alla ricerca di un qualcosa che non oso definire.
Complicazioni!

Cammino su e giù per la stanza cercando di interrompere il flusso dei miei pensieri, mi porto le mani tra i capelli ma nulla mi concede un attimo di pace.
Di vuoto mentale.
Non ho intenzione di dare il mio fegato in pasto a qualche dannato roditore, eppure giá lo sento che mi rosicchia quasi fino all’anima.
Basta, prendo la macchina e vado, senza meta, tanto da qualche parte dovró arrivare.
Non ho più tempo per riflettere, pochi secondi e mi ritrovo sulla strada.
Ci sono solo io e per qualche istante, premendo il piede sull’accelleratore, mi sento dannatamente libera.
Ma non libera di morire..!
Mi fermo, prendo un caffé ma dimentico di zuccherarlo, sembra proprio che la dolcezza non riesca a far capolino nella mia vita!
Il fiele a confronto avrebbe un sapore piú dolce.
Complicazioni!
Intanto accanto a me una donna, probabilmente avrá assistito a tutta la scena perché la vedo sfoderare un sorriso di compiacimento.
Arrosisco, ricambio, chino la testa e me ne ritorno in macchina.
Niente, i pensieri non conoscono freni e riesco solo a cedere.
Cedo e provo a restare da sola sulle tue tracce, voglio valutare il male che fa…provo a quantificarlo.
Masochista!
Faccio una passeggiata, mi lascio abbagliare dalla belezza del mare.
Mi ritrovo in una cittá che sembra dormire, infondo sono solo le 14 circa. Ho bisogno di bagnarmi le labbra, ho la gola secca.
Riflettere cosí mi sembra ancora più complicato.
Entro in un bar e dietro al bancone c’ é una ragazza con una cascata di ricci. Curiosa!
Bevo una birra seduta ai tavoli fuori. Non passa un’anima viva, ci saranno 40 gradi all’ombra.
Poco dopo riparto, non ho chiaro come uscire dal paese e tra una traversa e l’altra finisco lungo il mare.
Va sempre cosí nella mia vita, alla fine mi ritrovo sempre su una spiaggia a lottare contro i miei demoni, forse perché il mare é un elemento fondamentale della mia esistenza. Ma a dire il vero lo amo piú d’ inverno che d’estate.
Complicazioni!
In questo periodo la genta fa a gara per accalcarsi sulle spiagge, levando al mare quella pace e quel senso di libertá che solo certi posti sanno donare.
Tra le mani una bottiglia e nella borsa non manca mai carta e penna.

Te lo scrivo su un foglio cosa sei per me… é un segreto che dono al mare!

Per una volta nulla é poi cosí tanto complicato!

Chiedo perdono alla pastorizia perché con la mia condotta ho umiliato la reputazione della pecora nera.

Annunci
commenti
  1. lamelasbacata ha detto:

    Buon viaggio al tuo message in a bottle e pensieri sereni per te 🙂

    Liked by 1 persona

  2. caterina rotondi ha detto:

    Mandane altri di messaggi…hai bisogno di far sapere al mondo che esisti anche tu con i tuoi perché.
    Caterina

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...