Facciamo finta che tutto va ben!!

Pubblicato: 17 agosto 2014 in Diario di un viaggio culturale
Tag:

 

Quello che noi siamo!!!

Quello che noi siamo!!!

 

 

Non hanno forse visto i secchioni?

Non hanno forse visto i secchioni?

Bisogno fisiologico impellente!

Bisogno fisiologico impellente!

 

Quello che resta delle foto usate durante la serata didicata alla donna

Quello che resta delle foto usate durante la serata didicata alla donna

bivacco

resti vari

resti vari

sporco2

Qui tocchiamo il fondo..

Qui tocchiamo il fondo..

Percchè ci sbarrate il passaggio??!!!

Percchè ci sbarrate il passaggio??!!!

Buongiorno!

Oggi sono esattamente 15 giorni che la Book on the beach vive.

Una libreria da spiaggia nata grazie ad un’idea di legambiente Cilento e mandata avanti a Falerna da sole forze volontarie.

Persone che hanno messo a disposizione il proprio tempo libero, le proprie forze per portare avanti un progetto in cui credono senza alcuna retribuzione.

Ci rivolgiamo a chi ha criticato i libri e questo luogo, ho sentito dire cose del tipo ” chisse mo chi ce vuanu fare cu si libri?! chine tena voglia e leire…” e via discorrendo.

Guardate micropopolo di tali dicerie, “chisse”, come le chiamate voi, hanno avuto un’intuizione che ha permesso di avere un tetto come quello del bookcrossing che potesse permettere di abbracciare la cultura in ogni forma possibile.

Ora il punto è: la cultura spaventa? la cultura infastidisce?

Questo spazio culturale ha tolto spazio a chi o a cosa?

Abbiamo pensato molto prima di arrivare a scrivere questo post, abbiamo avuto non poche titubanze nel decidere se rendere pubblici ora a fine mese certi nostri disagi.

Ma crediamo che la denuncia debba essere condivisa con tutti coloro che hanno creduto in noi, che continuano a farlo o che sono solo passati da qui per farci un saluto, mostrando apprezzamento per l’iniziativa. Denuncia che vorremmo venisse condivisa anche da chi ci ha dedicato articoli o interviste radio. E’ necessario promuovere il bello che questa terra ha. E’ necessario denunciare gli atti di vandalismo perpetrati ai danni della libreria.

Sono quindici giorni che ogni mattina, con estrema puntualità, arriviamo davanti a questo chioschetto e ci ritroviamo a dover riparare danni che certi soggetti di notte creano. Sapevamo che non sarebbe stato semplice, ma speravamo che in qualche modo potesse invece esserlo.

La pipì è un bisogno fisiologico al quale nessuno può rinunciare e puntualmente viene espletato sulla nostra porta d’ingresso. La nausea è una brutta bestia e la bestia resta nella nostra chiostrina.

Questo di certo ci intristisce ma non ci toglie la voglia di continuare e magari riprovarci anche negli anni che verranno.

E di certo con tale post non è male della Calabria che vogliamo parlare, sarebbe semplice e riduttivo.

Vorremmo che quei soggetti abituati al porcile ricordassero che le loro bottiglie, le loro cicche, le loro cartacce sporcano lo stesso mondo in cui loro, poveri ignoranti, vivono.

Noi siamo 10 minuti avanti e insieme a noi tutti coloro che ci vogliono bene e ci sostengono!!!!

Buona giornata a tutti da una Jojò e tutta la Bacianca

 

 

Annunci
commenti
  1. Claudio ha detto:

    Condivido e vi sono vicino…..partecipando attivamente:-)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...